Come Scrivere Racconti per Bambini

Per iniziare, scegli che tipo di componimento creare: fiaba, favola, novella, romanzo. Puoi anche ispirarti a qualche famoso scrittore del passato ma ti consiglio di non riproporre qualcosa di simile ai suoi scritti, quanto giocare sull’originalità e quindi creare qualcosa di tuo. Ricorda che i bambini non hanno interessi facili da soddisfare e vogliono sentirsi raccontare “qualcosa”.

Scegli i protagonisti della tua storia che possono essere di diverso tipo: personaggi fantastici o ispirati al vivere quotidiano, oggetti animati o animali parlanti con vizi e virtù umane, tutto quello che vuoi purchè la storia sviluppi una certa attrattiva. Scegli anche il luogo, reale o indefinito, e il tempo ove ambientare la storia, creando pure qualcosa di fantastico ma non troppo irrealistico. E’ importante che quando inizi a scrivere tu abbia già in mente una trama ed un eventuale finale.

Fossi in te opterei per un componimento abbastanza breve, come sono in genere le favole e le fiabe, anche perchè sarà più facile correggerlo se, inesperto, commetterai qualche errore di contenuto. Se scegli invece di scrivere qualcosa di più complesso ti consiglio di dividerlo in capitoli, per tenere meglio sotto controllo lo svolgersi della trama. Usa un linguaggio semplice, cioè che sia comprendibile per il pubblico a cui è rivolto, ma non sciocco poichè i bambini si annoiano facilmente.

Non scegliere un tema banale, quanto piuttosto un tema e una trama che interessi te per primo, perchè in questo modo riuscirai a dire molto di più e a sviluppare la storia in modo più partecipe e quindi migliore. La fantasia e l’umorismo sono due ingredienti importanti nei racconti per bambini che non dovrai dimenticare.

In genere questi tipi di racconto, in special modo le favole, hanno una morale più o meno nascosta che vogliono trasmettere ai propri lettori, per spingerli alla riflessione. L ‘insegnamento finale che scegli di comunicare con il tuo racconto (valorizzazione dell’amicizia, amore, rispetto per la natura ecc.) deve essere un tema che tu per primo hai a cuore e che per questo desideri trasmettere.

Non di rado le storie per bambini, sono accompagnate da disegni, quindi se te la cavi proporrei di inserire nel tuo libro qualche illustrazione (anche solo stilizzata) perchè aiuteranno il bambino ad immedesimarsi maggiormente. Inoltre le immagini sono capaci di veicolare il buon umore soprattutto se molto colorate.

Una volta fatto tutto questo, cioè una volta scritto il racconto, rimane la parte, non meno complessa, della correzione; per cui dovrai leggerlo e rileggerlo per essere sicuro che tutto vada bene. Se tutto è ok e il testo scorre bene, scrivilo al PC in bella copia e fanne l’uso che vuoi: puoi regalarlo ai tuoi figli ma anche provare a mandarlo ad un editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *