Come Organizzare un Trasloco

Il traslocotrasloco, quando include l’intero appartamento, può risultare tremendamente fastidioso, oltre che faticoso fisicamente e stressante psicologicamente. Seguendo alcuni consigli è tuttavia possibile semplificare il lavoro fisico ed organizzare meglio il tutto dal punto di vista logistico.

Per il trasferimento di oggetti di valore o altre cose più o meno preziose, soprattutto se fragili, acquistate delle scatole particolari, adatte a contenere gli urti: in genere questi tipi di strumenti non sono molto costosi e risparmiare può rivelarsi soltanto un inutile rischio. Per quanto riguarda libri, riviste o altri elementi cartacei, usate una pellicola trasparente per proteggerli da polvere e animali; chiudete tutto in comode buste o sacchi e poi, meglio ancora, in scatoloni da trasloco.

Televisori, computer e altri apparecchi elettronici sono molto delicati e costosi: evitate il trasporto rapido e superfluo ma proteggeteli, magari con le apposite scatole di acquisto ed evidenziate in ogni caso, con scritte ben evidenti – magari colorate – o con nastro adesivo la fragilità. Già dal primo momento cercate di farvi un’idea sulla futura sistemazione casalinga di tutti questi strumenti per non trovarvi spaesati successivamente.

Per quanto riguarda mobili, tavoli e sedie, tenete presente che non dovete necessariamente portare con voi ogni cosa: se un particolare mobile non è più di vostro gradimento vi ostacolerebbe soltanto il trasloco. Ricordatevi che molte persone si addosserebbero l’intera fatica del trasloco soltanto per ottenere un buon mobile a costo zero, per cui, prima di avventurarvi in un difficilissimo spostamento – che potrebbe rivelarsi costoso con l’aggiunta di un camion per i trasporti – sondate bene fra le amicizie se un particolare mobile che non vi interessa più può essere di gradimento altrui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *